02

L’ANTIMUFFA A CARICO DI CHI ?

Se in un locale che avete da poco locato, quest’inverno si è manifestata una estesa umidità sulle pareti interne perimetrali esposte a nord, si pone il problema di chi deve ovviare all’inconveniente.

Di solito il conduttore si attiva con preventivo ad un imbianchino, il quale proporrà due mani di isolante antimuffa e la conseguente tinteggiatura.

Ma il dubbio rimane a chi tocca pagare, soprattutto se non si era mai verificato prima.

Esaminiamo il problema partendo dell’art. 1575 del Codice civile che pone tra le obbligazioni principali del locatore quella di mantenere la cosa locata in stato da servire all’uso convenuto. Il fatto che si sia manifestata umidità sulle pareti interne lascia supporre che vi sia un difetto di costruzione dell’immobile il cui rimedio è obbligo del locatore. È anche vero, però, che se l’appartamento in precedenza non era stato interessato da fenomeni di umidità, apparsi solo con il nuovo conduttore, è possibile che vi sia una responsabilità dello stesso per cattivo uso della cosa locata (per esempio per mancanza di areazione nei locali ove può crearsi condensa, come in cucina o nel bagno). Sarebbe opportuno far verificare la situazione da un tecnico che possa individuare esattamente le ragioni della muffa e, quindi, chi sia il soggetto a cui addebitare l’onere del ripristino.

Read More

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi