FISCO e PREVIDENZA

NO  TESSERA    NO  ISCRIZIONE

FISCO 

(servizio in collaborazione con centro CAAF)

Mod.  730   –  Unico   –    Precompilati  –  ISEE

Raccolta e recupero documenti con servizio di fila al CAAF per elaborazione pratica

DOCUMENTI INDISPENSABILI:

  • fotocopia codice fiscale del contribuente, del coniuge e dei figli a carico
  • Mod.730 o Unico dell’anno precedente
  • CU (ex CUD) relativo all’anno precedente
  • dati del datore di lavoro che effetuerà il conguaglio a luglio

DOCUMENTI NECESSARI:

  • Spese di istruzione per la frequenza di scuole materne, elementari, medi inferiori e superiori (tasse,contribut] mensa)-
  • corsi di istruzione universitaria presso università statali e non statali,tenuti presso università o istituti pubblici o privati, italiani o stranieri.
  • Spese mediche.
  • Fatture per visite mediche generiche o specialistiche.
  • Scontrini della farmacia.
  • Spese odontoiatriche o oculistiche(occhiali, lenti a contatto e liquidi) Documentazione attestante la marcatura CE per i dispositivi medici (inclusi occhiali da vista).
  • Spese sanitarie per portatori di handicap
  • Spese veterinarie (per animali domestici)
  • Spese Assicurazione vita.
  • Spese Funebri.
  • Assegni periodici versati da ex coniuge con sentenza di separazione.

TERRENI E FABBRICATI

  • Visura catastale Atti o contratti di i, compravendita,donazione,divisione, successione
  • Contratti di locazione L 431/98
  • Canone da immobili affittati
  • • Copia bollettini/F24 di versamento
  • Tasi/IMU pagati nel 2016(con ilrelativo calcolo, se disponibile)
  • Per chi ha scelto la cedolare Secca: ricevuta della raccomandata inviata all’inquilino.
  • Contratto di locazione, per le persone che vivono in affitto
  • Quietanza di versamento degli interessi per mutui casa, atto di acquisto, atto di mutuo
  • Fatture pagate al notaio per l’atto di acquisto e la stipula del mutuo stesso
  • Fattura pagata ad agenzie immobiliari per l’acquisto della prima casa
  • Tutta la documentazione per la detrazione per le ristrutturazioni edilizie: fatture, bonifici.

PREVIDENZA 

(servizio in convenzione con il patronato)

lavoratori – pensionati – disoccupati – inabili – invalidi –

Consulenze – controllo contributi – calcolo pensione – sostegno al reddito – salute – inabilità – invalidità.

  • LAVORATORI : rilascio e controllo estratto contributivo. Diritto alla misura della pensione.
  • PENSIONATI : controllo dell’importo e verifica indebiti notificati dagli Enti.
  • SOSTEGNO Al REDDITO : verifica al diritto degli ammortizzatori sociali
  • DANNI ALLA SALUTE : valutazioni al diritto, amministrativo, medico-legale per possibile contenzioso.
  • INVALIDITà / INABILITà : dalla valutazione del diritto al possibile contenzioso
  • CONSULENZA HANDICAP: diritto a permessi e congedi.
  • AMMORTIZZ.  SOCIALI: valutazione e diritto alla prestazione
  • CONSULENZA DANNI DA LAVORO: valutazione e riconoscimento danno da lavoro o malattia professionale

ANF   Assegni famigliari ai dipendenti (Mod. ANF/DIP) e rinnovo AUTORIZZAZIONI (Mod.ANF42)  L’assegno famigliare è una prestazione a sostegno del reddito, destinato ai lavoratori dipendenti con reddito del nucleo famigliare inferiore a determinate soglie, stabilite annualmente in base all’indice dei prezzi al consumo rivalutato dall’ISTAT.

Documenti necessari:
• Documenti di identità del richiedente
• Codici fiscali di tutto il nucleo famigliare
• Stato di famiglia storico
• Ultime due denunce dei redditi
• Ultimi CUD dell’anno in corso
• CUD disoccupazione
• CUD di figli minorenni

REQUISITI PER OTTENERE L’ASSEGNO FAMILIARE
Il nucleo famigliare deve essere composto dal richiedente e altri famigliari, anche non conviventi (fatta eccezione per i figli naturali riconosciuti da entrambi i genitori):
• coniuge non legalmente ed effettivamente separato;
• figli legittimi o legittimati ed equiparati (adottivi, affiliati, naturali, legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati, nati da precedente matrimonio dell’altro coniuge, affidati a norma di legge, i nipoti viventi a carico di ascendente diretto) di età inferiore a 18 anni;
• figli maggiorenni inabili per difetto fisico o mentale, nella permanente impossibilità di dedicarsi a un lavoro proficuo;
• fratelli, sorelle e nipoti minori di età o maggiorenni inabili, purché orfani di entrambi i genitori e senza diritto alla pensione superstiti.

Tabelle
Per stabilire l’importo della prestazione si devono verificare le tabelle annuali INPS in base a:
• composizione nucleo familiare
• presenza o meno di figli o soggetto inabile

Calcolo
L’assegno è corrisposto per intero se il rapporto di lavoro è continuativo per:
• ogni mese di lavoro: 104 ore effettuate (operaio) o 130 (impiegato);
• ogni settimana: se non si raggiungono 104 o 130 ore di lavoro al mese, ma sono state effettuate almeno 24 ore settimanali (operaio) o 30 ore (impiegato);
• ogni giornata lavorata: in caso di mancato raggiungimento delle 24 o 30 ore settimanali.

Domande
La richiesta dell’assegno famigliare si presenta tramite consegna del modulo ANF/DIP-COD. SR16 al datore di lavoro, che ottiene dall’INPS il rimborso delle somme pagate. In alcuni casi il datore paga l’assegno solo se il lavoratore ha ottenuto prima l’autorizzazione dall’INPS (in questi casi la domanda si presenta con modello ANF42), che viene richiesta per includere determinati famigliari nel nucleo.